On the Move 

Spazio sociale autogestito Xm24

Mostra altro

Marocchini, bengalesi, filippini, italiani, “menti giovani su vinili di poesia e ritmo”. Erano ragazzi dai 12 ai 20 anni per di più appartenenti alle seconde generazioni d'immigrati, anche se come dicevano i testi delle loro canzoni “loro, non si sentono secondi a nessuno”. Ogni martedì si ritrovavano al XM24, centro sociale autogestito della Bolognina (quartiere popolare di Bologna) per esprimere se stessi, le proprie emozioni, la propria rabbia attraverso la musica.

Erano i ragazzi del Laboratorio On the Move, nato da un'idea del Coordinamento Migranti di Bologna, che aveva messo a disposizione uno spazio e un mixer attorno al quale giovani di ogni nazionalità si potessero incontrare e conoscere a suon di hip hop, rap e free style. Ne era nata un'esperienza intensa, un laboratorio autogestito d'integrazione multiculturale, un melting pot all'interno del quale si rappava in Inglese, arabo, francese, italiano, ma si era mossi dalla stessa passione.

I testi di On the Move si scagliavano contro la Bossi-Fini e un Stato che tende a ghetizzarli e trattarli come cittadini di serie B. Le loro rime esprimevano un bisogno di riconoscimento e rispetto che vanno oltre il colore della loro pelle o una qualsiasi politica di integrazione forzata, perchè come ripetevano nei loro flow: “non mi sentono ne migrante ne italiano sono figlio del mondo, anche se ti sembrerà strano!”. Il laboratorio On-the Move - come il mercato contadino, il laboratorio popolare di teatro, la scuola di italiano, lo sportello medico giuridico, ecc. - è stata una delle tante esperienze di integrazione e comunità che sono nate negli anni all'interno di XM.

Dopo 17 anni di attività, lotte e vita intensa, il 6 agosto del 2019, XM24 è stato sgomberato. Lo spazio fisico che ospitava il centro sociale è ora un edificio vuoto destinato all'ennesima speculazione edilizia, ma l'anima di XM, nata in anni di lotte, autogestione, controcultura, è viva e continua pulsare per rivendicare un suo spazio.

 

 

© 2017 by MARIKA PUICHER PHOTOGRAPHER

Designed by Graphics